Dispositivi anti-abbandono obbligatori per trasportare i bambini in auto, probabilmente pochi quelli idonei!


Da luglio 2019 i dispositivi anti-abbandono saranno obbligatori per i bambini di età inferiore ai quattro anni.
Secondo lo schema di decreto attuativo, i dispositivi in questione dovranno rispondere ad una serie di caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali che riassumiamo di seguito.
Il decreto prevede essenzialmente che tali dispositivi siano:

  • In grado di attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente, probabilmente per ridurre al minimo le possibilità che eventuali errori o dimenticanze da parte del guidatore possano portare ad un mancato funzionamento del dispositivo stesso, rendendone ovviamente vano l’utilizzo. In linea di massima i sistemi dovranno poter funzionare senza azioni che il guidatore sia obbligato a ricordare di eseguire.
  • In grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo.
  • Basati su sistemi elettronici con logiche di utilizzo o che utilizzano appositi sensori, naturalmente senza che tali sensori vadano ad alterare le caratteristiche di omologazione degli stessi seggiolini per bambini.
  • Dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate ad almeno 3 diversi numeri di telefono per essere certi che in ogni caso qualcuno interverrà tempestivamente.

Fonte: http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/dispositivi-salvabebe-pronto-decreto-attuativo-mit-e-notificato-alla-ue